Ba-Gigio – My Your

Descrizione

Un elemento componibile, unico ma aggregabile senza limite, rappresentazione tridimensionale del simbolo dell’infinito, nato dalla rivoluzione dello stesso intorno al proprio asse e al contempo macro-immagine spaziale di un legame atomico bipolare. Bianco, colorato, capace di accendersi di luce propria. Una soluzione flessibile, adattabile ma con carattere e spiccatamente contemporanea.

Se è vero che il design è una storia di continua ricerca ed evoluzione, Gigio Bagigio rappresenta senza dubbio una delle sue pagine più interessanti e d’avanguardia. Nato come innovativo sistema per la composizione e suddivisione degli spazi, si è evoluto sino a diventare un programma d’arredo dalla straordinaria componibilità, in perfetto equilibrio fra il contemporaneo e il futuribile. Tre gli elementi base: la sfera Gigio, l’arachide Bagigio e l’ellittica Nocciolina. E poi piani in vetro temperato, mensole, basi, piastre autoportanti e di fissaggio e fili che corrono invisibili ad illuminare strategicamente alcuni Bagigi: tutto questo fa di Gigio Bagigio un vero evento, innovativo, bello e utile, scenografico e attraente, sicuro e senza spigoli. A completare la collezione ecco un’ulteriore chicca: il tavolo Trigigio, con piano in vetro sagomato a forma di trifoglio sostenuto da tre sfere Gigio. Realizzati sia in versione goffrata stampata che lucida verniciata in una ricca gamma di colori, gli elementi del sistema Gigio Bagigio sono studiati per dare vita ai più diversi allestimenti, dalle pareti divisorie e di fondo sino alle basi per tavoli e banconi di assoluta originalità. Sostenuto da invisibili tubi in acciaio inox e da piastre portanti e di fissaggio, consente al suo interno lo scorrimento di fili di alimentazione invisibili e a bassa tensione (24 Volt) per l’illuminazione a led di alcuni Bagigi, sino a 20 nella versione standard con possibilità di potenziamento a richiesta. I progetti che Myyour personalizza seguendo scrupolosamente le richieste del cliente sono forniti completi di kit e istruzioni per il montaggio.

Brand

Myyour

[:it]Punti fermi della filosofia Myyour sono la sorprendente spettacolarità dei suoi prodotti e l’orgoglio per un processo produttivo gestito all’insegna del lavoro ben fatto, dallo sviluppo del progetto alla selezione dei materiali e dall’esecuzione sino alla cura dei minimi dettagli. Nasce così la qualità Myyour, un must sempre più apprezzato a livello internazionale da una clientela che vede nella realizzazione di un arredo la potenzialità dell’espressione artistica, dell’inserimento dell’opera che mancava, sempre in perfetto equilibrio fra bellezza esteriore e intrinseca funzionalità. Se una filosofia è differente all’origine, differente sarà in tutte le sue variazioni e sviluppi. Non è un teorema matematico, ma la semplice enunciazione della vision Myyour: uno scarto e uno scatto sempre oltre l’ovvio. Questa integrazione di catalogo ne è la dimostrazione: che si tratti di prodotti nuovi o dell’evoluzione di realizzazioni già affermate, si avverte sempre una tensione a forzare i limiti dell’idea di design, a superarla nel momento stesso in cui si forma. Una tenace sfida al pensiero immobile sostenuta da una solidissima padronanza dei materiali, dalla quale si sprigiona sempre la scintilla dell’idea. [:en]The founding pillars of the Myyour philosophy are the surprising stateliness of its products and the distinction of a manufacturing process, which is meticulously followed as to ensure perfection; from the development of the project to the selection of the materials, but also from the execution of the project to the attention and care that are paid to every single minimum detail along the way. This is how the Myyour quality came to life. A must that is always more and more appreciated on an international level and by a clientele who has witnessed the potential artistic expression of these decorative creations. These solutions have managed to fill an empty space and are always in perfect harmony with their outside beauty and intrinsic functionalities. If a philosophy is different from its origins, different will be its variations and changes. It is not a math theorem, but simply Myyour vision: a gap and step forward from evidence. And the new catalogue further confirms it: new products or new proposals of a previously successful range, the company always tend to overcome design limits, just from its initial design. An hard challenge to the immobile thought, supported by a strong control of materials where any idea spark always come from. [:]