loader image
Progetto-senza-titolo-1-e1706785618974

La cucina resta sempre la vera protagonista degli spazi domestici, dove si svolgono la maggior parte delle attività quotidiane. Un ambiente in cui accogliere amici, chiacchierare, lavorare e rilassarsi. Ma quando si tratta di progettare uno spazio di dimensioni ridotte è facile inciampare in qualche errore, rischiando di renderlo poco armonizzato con il contesto. Ci sono diverse esigenze: da una parte quelle estetiche e dall’altra quelle funzionali che non sempre riescono a coincidere perfettamente, a causa dei limiti delle metrature. Si tratta quindi di una vera e propria sfida progettuale che richiede creatività e soprattutto competenza. A volte bastano pochi accorgimenti per ottimizzare gli spazi al massimo.

La scelta fra cucina aperta su living o separata è del tutto personale, non esiste giusto o sbagliato. Se si desidera una cucina chiusa e le metrature sono ridotte diventa importante integrarla visivamente con l’ambiente principale, al fine di allargare e dare respiro agli spazi. Si possono usare sistemi scorrevoli su misura o divisori leggeri in ferro e vetro, che non ingombrano e possono celare o svelare in base all’utilizzo.

Il progetto su misura è fondamentale soprattutto in uno spazio contenuto. Rende la cucina funzionale al massimo a livello operativo, coniuga un piacevole effetto dal punto di vista estetico. Ad esempio si possono inserire pensili a tutt’altezza in continuità cromatica con le murature per annullarne la presenza a livello visivo, ma massimizzarne le capienza, carrelli contenitori estraibili per sfruttare anche larghezze, illuminazione led integrata in arredo e corpi illuminanti in ambiente.

Fondamentali i piani lavoro: prevederne il più possibile in lunghezza, ma non forzare la presenza dell’isola che rischia di soffocare un ambiente dalle dimensioni contenute. Pensare piuttosto a un banco lavoro, che consente di guadagnare anche 40/50cm in profondità rispetto a un’isola tradizionale, o a un carrello su ruote.

L’uso di troppi materiali, se non perfettamente dosati, rischia di rendere un ambiente piccolo un patchwork respingente. Cercare quindi di dosare i materiali principali – piani lavoro, ante, scocche interne – in armonia fra loro e con gli spazi circostanti. Importante lavorare anche con gli altri elementi che compongono l’ambiente cucina: materiali a pavimento, rivestimenti verticali, soffitti e controsoffitti, illuminazione integrata.

Nel nostro showroom potrai trovare le migliori soluzione adatte alle tue esigente.

I nostri consulenti d’arredo sapranno progettare la tua cucina, il tuo arredamento completo su misura per te!