loader image
Progetto-senza-titolo-1-e1706785618974

[:it]

Quando creiamo o rinnoviamo il look della nostra casa siamo portati a pensare che determinati complementi abbiano funzioni secondarie, nell’impatto generale dell’arredamento.

È il caso degli specchi: oggetti immancabili negli arredi domestici che tuttavia, ad un primo approccio, si ritiene abbiano la mera funzione di riflettere la propria immagine, o magari riempire un piccolo vuoto sulla parete.

In realtà lo specchio, se utilizzato con strategia e accortezza, può rappresentare un valido alleato ornamentale per ogni ambienti, donando agli stessi caratteristiche impensabili ad una prima occhiata.

Illuminare gli ambienti

Abbiamo un arredo particolarmente scuro? La stanza che stiamo allestendo è dotata di poche finestre o, viceversa, desideriamo ampliare la sensazione di apertura? Uno specchio adeguato è quello che fa per noi.

Fra le numerose varianti potremo selezionarle alcune di dimensioni maggiori, da posizionare strategicamente sulle pareti opposte o adiacenti alle finestre. Lo specchio, per sua natura, riflette la luce, quindi collocandone uno in un punto adeguato della stanza permetterà di sviluppare molta più luminosità in tutto l’ambiente di quanto sarebbe previsto semplicemente aprendo una finestra.

Da considerare inoltre che in caso di ambienti contenuti, già piuttosto congestionati da un numero sufficiente di arredi, si potrebbe valutare la possibilità di collocare un elemento polifunzionale come il contenitore box di Kristalia, in modo da unire la praticità di un vano porta-tutto al beneficio di una luminosissima ed elegante superficie riflettente.

Ampliare gli spazi

Il principio stesso dello specchio è quello di “raddoppiare” l’immagine che vi si pone davanti.

Questo non vale solo

per noi ovviamente, ma per qualsiasi spazio su cui agisce. Vien da sé che la collocazione di specchi in un ambiente ristretto (come un piccolo bagno o un corridoio) può letteralmente cambiare la percezione spaziale dell’ambiente, duplicando di netto l’ampiezza della stanza.

In questo caso si potrebbe pensare a uno specchio singolo (non necessariamente di dimensioni eccessive, ma sempre proporzionato alla parete su cui viene posizionato), oppure optare per una serie di elementi a mo’ di composizione. Un esempio? I fantastici moduli di design di Cattelan. Ovviamente può essere opportuno abbinare lo specchio a un portaoggetti dedicato ma allo stesso tempo versatile, che si adatti senza traumi all’ambiente circostante.

[:]